E’ inutile girarci intorno: l’Alfa Romeo Giulia sarà senza dubbio l’auto più interessante del 2015, non fosse altro perché segna il ritorno del Marchio tra le berline che contano, e per il fatto che avrà, finalmente, la trazione posteriore.

Quindi, sarà una vettura moderna, ma alla vecchia maniera, sportiva come le Alfa di una volta, e questo è un dato significativo che manda in ecstasy gli appassionati: da tempo in attesa di un modello del Biscione con queste caratteristiche.

In base agli ultimi rumors raccolti in rete, il lato sportivo della Giulia sarà amplificato da un’unità compatta nella cilindrata, ma esplosiva dal punto di vista della potenza, ovvero un nuovo 1.8 biturbo capace di erogare qualcosa come 300 CV e 400 Nm.

Merito della fasatura variabile, sia per l’aspirazione che per lo scarico, e di due turbine capaci di lavorare in maniera sequenziale, per avere sempre la giusta potenza, sia ai regimi inferiori che in quelli superiori, dove la maggior parte delle auto sovralimentate tende a perdere spinta.

Questo motore, chiaramente Euro 6, dovrebbe essere abbinato ad un cambio a doppia frizione, e consentirebbe di raggiungere i 245 km/h autolimitati elettronicamente, con uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 6 secondi.

Ovviamente, l’unità in questione potrebbe essere in gamma anche con un solo turbo, per una potenza di 240 CV, mentre al vertice delle motorizzazioni dovrebbe piazzarsi il potente 3.5 V6 twin-turbo d’origine Maserati, quello della Ghibli tanto per intenderci.

Non a caso il Chief Tecnology Officier Head di Alfa Romeo e Maserati, Harald Wester, ha dichiarato, qualche mese fa, che la nuova ammiraglia Alfa Romeo con il propulsore più potente farebbe le veci di una entry level del Tridente che non verrà prodotta.

Quindi, per scoprire altre novità sulla Giulia, attesa per giugno e già ricostruita nell’aspetto in alcuni teaser, non bisogna far altro che avere un altro po’ di pazienza.