L’Alfa Romeo, in attesa del primo modello che segnerà il nuovo corso della Casa del Biscione, punta sul lato emozionale al salone di Ginevra, mostrando per la prima volta al pubblico europeo la versione definitiva della 4C Spider.

Un’auto dal fascino potente, capace di risvegliare la passione per questo Marchio sia nelle nuove generazioni, che tra i cinefili che hanno ammirato le gesta del Duetto nel celebre film “Il Laureato”. In effetti, il tetto aperto, con l’evocativa immagine del vento tra i capelli, colpisce la fantasia di chi guarda dal vivo questa variante della sportivissima 4C.

Forte di un corpo vettura leggerissimo, abbinato al potente e compatto 4 cilindri 1.750 turbo a benzina da ben 240 CV, la versione a cielo aperto dell’Alfa Romeo 4C tocca i 257 km/h ed accelera da 0 a 100 km/h in appena 4,5 secondi. Merito di un rapporto peso/potenza davvero invidiabile: di 4 kg/CV.

Ma non è tutto, la Spider porta in dote anche il nuovo equipaggiamento della 2 posti griffata Alfa Romeo. Infatti, alla stregua di quanto è avvenuto per la variante coupè, a partire dal mese di febbraio, anche la scoperta del Biscione presenta: i fari Bi-LED rivestiti in fibra di carbonio, l’Hi-Fi Sound Sistem, il kit per tenerla pulita ed ordinata ed il telo per proteggerla dalle intemperie.

Certo, si tratta di un’auto prestigiosa, che presenta un listino adeguato, circa 75.000 euro con iva e messa su strada comprese; d’altra parte quando si ha a che fare con un prodotto di nicchia, assemblato a mano nello stabilimento Maserati di Modena, bisogna essere consapevoli che l’esclusività ha un prezzo.

Anche se non è una novità assoluta, l’ Alfa Romeo 4C Spider ha suscitato molto interesse, e la fila di appassionati che ha sostato nello stand del Biscione  per ammirarla, sottolinea il fascino che questa vettura è in grado di emanare anche da ferma.