Novembre è il mese dello Scorpione e quest’anno il marchio celebra i cinquant’anni della Abarth 595, vera icona del brand che negli anni Sessanta conquistò un immediato successo grazie alle straordinarie performance, inusuali per una vettura così piccola. Per renderle il giusto tributo, al recente Salone di Francoforte è stata presentata in anteprima mondiale la 595 ’50° Anniversario’, la 595 più veloce di sempre, oltre che la “più piccola” supercar mai prodotta. Un modello esclusivo che dimostra ancora una volta la grande capacità del brand di guardare al futuro senza dimenticare il proprio passato.

Da questo ‘ stile di vita’ nasce un modello di business unico nel panorama internazionale, un circolo virtuoso in cui l’attività commerciale sostiene l’impegno nelle competizioni e il know-how delle corse alimenta lo sviluppo tecnico dei modelli da strada. E quando si parla di attività commerciale non si intende solo la vendita delle vetture ma anche l’installazione dei kit, gli accessori, il licensing, il merchandising e le sponsorship.

Proprio grazie a questa varietà di interessi, dal 2007 ad oggi, Abarth ha venduto nel mondo oltre 60.000 unità, di cui quasi il 95% vetture stradali. Per Abarth anche le Serie Speciali hanno sempre avuto un ruolo importante, con quasi 3.000 unità vendute a oggi, e i kit di elaborazione, oltre 16.000. Inoltre ha siglato più di 30 partnership per lo sviluppo delle attività di merchandising e di licensing. Dunque, non solo è un modello di business che funziona ma è anche la migliore conferma della dimensione globale di Abarth che è presente in oltre 31 Paesi ed è seguito sulla Global Page di Facebook da 800.000 fans e, con una presenza su tutti i più importanti canali social del web, raggiunge quotidianamente una media di 300.000 persone.