Debutta al Salone di Pechino 2012 l’originale Chevrolet EN-V 2.0 Mobility Concept Vehicle, veicolo elettrico della Casa del Cravattino, evoluzione della concept vista all’Expo di Shanghai nel 2010.
Per nulla somigliante ad un’auto la concept statunitense si propone come soluzione alla mobilità urbana del futuro: a muoverlo infatti ci pensa un motore elettrico e i posti sono per 2 sole persone. Esattamente come sulla Renault Twizy, ma con soluzioni completamente diverse.

La Chevrolet EN-V 2.0 Mobility Concept Vehicle infatti si sviluppa prevalentemente in verticale, risolvendo così il problema degli ingombri e del parcheggio e aggiunge molte funzioni interessanti alla precedente versione, assecondando così le richieste dei clienti. Come prima cosa c’è un impianto di climatizzazione e altra nuova caratteristica importante: è adatta alla marcia con qualsiasi condizone metereologica. Punto forte della concept Chevrolet è la connettività: la EN-V (Electric Networked Vehicle) infatti è in grado di comunicare con altri veicoli e grazie al GPS può guidarsi da sola.

“I nostri designer ed ingegneri stanno esplorando una serie di opzioni per rendere la EN-V concept un mezzo reale” ha dichiarato Kevin Wale, president e direttore di GM China “La EN-V 2.0 concept potrebbe usare tecnologie come la navigazione in internet, motori elettrici e la telematica per aiutare la mobilità urbana a cambiare e garantire un futuro sostenibile all’industria.”