Tutto è pronto per la partenza della mitica 24 Ore di Le Mans, dove la Porsche tenterà di bissare il successo dello scorso anno difendendosi dall’assalto delle Toyota e delle Audi in classe LMP1. La storica gara di durata è stata contrassegnata da un diluvio che ha condizionato le qualifiche, e così, i tempi fatti segnare nel primo turno dalle Porsche non sono stati attaccabili dagli altri competitor.

Infatti, scatteranno davanti nella gara che prenderà il via domani, le 919 Hybrid di Jani e Bernhard, che precedono due Toyota 050 Hybrid e due Audi R18. Merito anche di una scelta, quella della Porsche, di puntare sull’affidabilità, ritornando alle batterie a litio impiegate prima dell’appuntamento del WEC di Silverstone, e di un bilanciamento da riferimento per il prototipo con la Cavallina di Stoccarda sulla carrozzeria. Questi punti a favore, uniti ad equipaggi collaudati che ascoltano, sempre, gli ordini di scuderia, potrebbero fare la differenza.

Netti i progressi della Toyota, forse vicina alle Porsche per prestazioni, mentre le Audi sembrano ancora in fase di sviluppo, anche se in molti pensano che si siano nascoste per mostrare il loro vero potenziale in gara. Insomma, ci sono diverse cose da tenere d’occhi tra i team di vertice, e questa gara, con tutte le insidie che presenta, non può mai essere data per scontata, anche se è innegabile che la squadra Porsche sia la grande favorita.

Tra le gran turismo della categoria GTE c’è grande attesa per le Ford GT, che in qualifica si sono rivelate inaspettatamente più veloci che nelle uscite precedenti, scatenando anche polemiche da parte di qualche avversario, ma non bisogna sottovalutare le potenzialità delle Ferrari 488 e delle Corvette. Insomma, ci sarà da divertirsi in questa 24 Ore di Le Mans, e le dirette di Eurosport consentiranno a tutti gli appassionati di seguire anche le fasi più calde della corsa.