Finalmente il Rally di Sardegna, il settimo dei tredici appuntamenti del mondiale WRC, tappa nostrana di un Campionato molto avvincente e che divide la stagione a metà, orientando tutti i team verso la discesa di un’annata che scorre verso l’assegnazione dei verdetti.

Il programma è impegnativo, prevede 20 prove speciali per un totale di 314,36 chilometri cronometrati fino ad arrivare alla spettacolare power stage Sassari – Argentiera (6,96 chilometri) che prenderà il via a mezzogiorno di domenica 10 giugno.

Il parco assistenza, come nei 4 anni precedenti, si troverà ad Alghero, così come la direzione di gara e la sala stampa del Rally Italia Sardegna. Ma per l’occasione gli organizzatori potranno contare su alcune C3 Aircross, vetture particolarmente adatte ad affrontare la durezza del percorso.

“Il Rally Italia Sardegna è una gara molto difficile ma sempre affascinante – ha dichiarato Mads Østberg che, con Craig Breen, difenderà i colori di Citroën Total Abu Dhabi WRT al volante della C3 WRC – perché bisogna avere delle note molto precise e soprattutto mantenere la freddezza necessaria per trovare l’equilibro giusto tra attaccare dove è possibile e concentrarsi sul controllo dell’auto nei punti in cui si rischia di danneggiarla”.

Le due vetture impegnate nel rally saranno ricoverate nella zona di 900 metri quadri destinata all’assistenza nei momenti di ripristino consentiti, un’area che si trova nel “villaggio” di Citroën Racing, sempre ad Alghero, affiancata dall’elegante padiglione hospitality immediatamente riconoscibile per i colori ed i loghi distintivi del team del Double Chevron.

Presso l’area espositiva inoltre, gli appassionati potranno ammirare da vicino la Citroën C3 e la C3 WRC, e provare le emozioni di mettersi al volante di quest’ultima grazie ad un moderno simulatore. Ma avranno anche l’occasione di prenotare dei test drive con C3 e C3 Aircross per l’intera durata della manifestazione.