Ad Aragon non ci sono soltanto Pedrosa, Lorenzo, Stoner e gli altri, ma si disputano anche le cosiddette “gare piccole” che portano in pista campioni di grosso calibro.

Parliamo della Moto2 e della 125 che sul circuito spagnolo ha visto trionfare i campioni di casa.Era un po’ quel che ci si aspettava dal MotoGP: gli spagnoli in evidenza, a mettere i bastoni tra le ruote ai campioni più quotati che ambiscono al titolo iridato.

Mentre nella competizione ufficiale ha vinto un australiano, il solito Stoner, la 125 e la Moto2 hanno segnato il trionfo di Terol e Marquez.

Iniziamo dalle 125 dove il primo sul traguardo è stato il 23enne iberico, Nico Terol.

Per lui si tratta dell’ottava vittoria stagionale, nonché del terzo successo consecutivo.

Dietro di lui sono arrivati Zarco e Vinales. Con la vittoria, Terol aumenta il vantaggio su Zarco, distante 36 lunghezze.

A vantaggio di Zarco anche la caduta rimediata da Faubel che stava insidiando il suo secondo posto.

Per quanto riguarda la Moto2, anche qui s’impone per la settima volta nella stagione in corso, il pilota Marc Marquez che ormai nella classifica iridata segue Bradl a 6 punti. La promessa è quella di vedere un finale di campionato scoppiettante.

Dietro Marquez ci sono tre italiani che hanno stupito gli spettatori: Iannone, Corsi e De Angelis.